Codice destinatario: facciamo chiarezza!

Sul codice destinatario della fattura elettronica persiste una grande confusione. Cerchiamo di analizzare cosa occorra effettivamente fare.

Che cos'è il codice destinatario

Il codice destinatario è un valore alfanumerico di 7 cifre che deve essere registrato all’interno della sezione “Fatture e corrispettivi” del sito dell’Agenzia delle Entrate. Esso rappresenta l’indirizzo telematico che verrà utilizzato dal Sistema di Interscambio per il recapito delle fatture in formato XML.

Tipologie di codice destinatario

L’indirizzo telematico/codice destinatario per la ricezione delle fatture può essere di tre diverse tipologie:

  1. CODICE ALFANUMERICO DI 7 CIFRE: In tal caso occorrerà compilare solo il campo della fattura "Codice Destinatario" con il codice comunicato dal cliente. Si tratta del codice che consente di individuare il Provider utilizzato dal cliente per ricevere le fatture passive, come IX-FE ad esempio.
  2. CODICE NUMERICO 0000000 (sette volte zero): Si utilizza qualora il cliente non abbia comunicato alcun indirizzo telematico (PEC o Codice Destinatario). In tal caso il fornitore dovrà ricordare al cliente che la fattura elettronica è recuperabile nella sua area riservata “Consultazione” del portale “Fatture e Corrispettivi”. Se invece il cliente avrà dichiarato il proprio indirizzo telematico (Codice destinatario/PEC) sul sito della AdE anche se il fornitore indicherà 0000000 in fattura, l’AdE recapiterà la fattura all’indirizzo telematico dichiarato.
  3. INDIRIZZO EMAIL PEC: In tal caso il fornitore, nel compilare la fattura, dovrà inserire nel campo «Codice Destinatario» il valore «0000000» (sette volte zero) e nel campo «PEC Destinatario» l’indirizzo PEC comunicato dal cliente.

È obbligatorio comunicare ai propri fornitori il codice destinatario per la fattura elettronica?

In queste ultime settimane molte aziende si stanno affrettando a comunicare il codice destinatario ai propri fornitori, affermando che tale comunicazione viene posta in essere in ottemperanza alla legge.

Tra gli errori più ricorrenti l’indicazione che il Sistema di Interscambio o l’Agenzia delle Entrate rilasci il codice destinatario. Attenzione! Il codice destinatario è assegnato dal SDI solo ai soggetti accreditati (come Able Tech con il servizio IX-FE) ed utilizzato dalle aziende per ricevere le fattura elettroniche; Il Codice Destinatario che il Provider fornisce alle aziende deve essere registrato presso l’apposita sezione del sito dell’Agenzia delle Entrate.

Solo nel caso in cui l’indirizzo telematico (Codice Destinatario) sia stato registrato, dunque, sarà sempre il luogo virtuale dove arriveranno le fatture elettroniche, che in ogni caso saranno sempre e comunque disponibili parallelamente sul portale Fatture e Corrispettivi dell’Agenzia delle Entrate.

Il codice destinatario della fattura elettronica può essere comunicato alle controparti a titolo di mera utilità e di cortesia; tuttavia se questo non è stato registrato (sempre dalle controparti) nell’apposita sezione del sito dell’Agenzia delle Entrate allora il soggetto ricevente potrà scaricare le fatture elettroniche ricevute solo dal portale Fatture e Corrispettivi.